Blog

I guanti in Polyisoprene e Neoprene ti producono reazioni allergiche o comunque arrossamenti sull'epidermide? Dalla ricerca ingegneristica svizzera di Lucenxia Prescience, in collaborazione con Adventa Health, nasce la gamma Finessis, i guanti dedicati all'universo della chirurgia, di cui il modello Zero costituisce l’eccellenza per la chirurgia generale e la manipolazione di antiblastici in ambiente sterile. L'appellativo Zero con cui si identificano questi guanti viene proprio dall'assenza di polveri, acceleranti e sostanze chimiche, che rendono questi dispositivi ideali per effettuare operazioni chirurgiche in sicurezza e senza correre il rischio di incappare in spiacevoli reazioni di intolleranza, sia per l’operatore che per il paziente.

Protezione, controllo, precisione: sono queste le caratteristiche essenziali che un guanto deve garantire ad un chirurgo o un assistente durante un'operazione di microchirurgia, oftalmologia o neurochirurgia. Finessis Corium nasce proprio dalla necessita di risolvere i difetti dei comuni guanti in polyisopropene o lattice, spingendo la sicurezza e la comodità ad un livello superiore. Scopriamone le caratteristiche.

Proteggere dalle infezioni ospedaliere pazienti e operatori sanitari è di vitale importanza. Dalle sperimentazioni tecnologiche più avanzate in materia di guanti sanitari nasce Finessis Aegis, il guanto che abbatte il rischio di trasferimento patogeni in caso di lesioni accidentali durante interventi ortopedici o operazioni ad alto rischio. Mettere in cassaforte la salute di chirurghi e pazienti è semplice come indossare un guanto.

Le infezioni ospedaliere: definizione e dati di incidenza

Negli ultimi anni in Europa, e soprattutto nel nostro paese, è andata aumentando l'incidenza delle infezioni correlate all'assistenza (ICA). Da una percentuale di 6.3%, corrispondente a circa 700.000 casi l'anno, rilevata in Italia nel 2011, si è oggi arrivati a cifre decisamente più consistenti, anche se spesso sottovalutate.

Quando si parla di infezioni legate all'assistenza, in acronimo ICA, ci si riferisce a tutte quelle infezioni che si maturano all'interno dei luoghi assistenziali, ricomprendendo quindi gli ospedali, gli ambulatori e le strutture di sostegno situate nei singoli territori. Nonostante non si parli molto delle ICA, esse rappresentano al momento la complicazione più grave che si innesca nel periodo di assistenza sanitaria. Come affrontarle? Vediamolo!

Interventi chirurgici in traumatologia, chirurgia d’urgenza o su pazienti a rischio infettivo conclamato: novità in merito alla protezione dei professionisti di sala operatoria

La questione delle infezioni ospedaliere è certamente tra le più sentite per quanto concerne ogni struttura sanitaria e spesso la mancanza di informazioni corrette non permette di beneficiare di risultati importanti. Non si parla spesso, però, dei rischi che corrono i professionisti di sala operatoria, soprattutto negli interventi di traumatologia, ortopedia, chirurgia d’urgenza o nelle operazioni, anche le più banali, alle quali va sottoposto un paziente infettivo. Tra i principali sistemi per contenere tali rischi vi è l'utilizzo della tecnica del doppio guanto. Bericah, anche in questo caso, pone l’accento sulla propria gamma rivoluzionaria, Finessis.

Il fenomeno dell'assorbimento liquidi da parte dei guanti chirurgici tradizionali è spesso sottovalutato se non proprio sottaciuto, ma è il vero motivo per i quali essi degradano molto rapidamente le loro prestazioni durante l’uso: inutile sottolineare che, se la barriera primaria tra paziente ed operatore decade, i rischi aumentano esponenzialmente per entrambi. Vediamo ora in cosa consiste questo problema, e se ci sono alternative valide.

Inserisci qui la tua email per essere sempre aggiornato

 
Copia il codice
Copia il codiceInput non valido

Ultimi articoli del Blog