Blog

16
Mar
2018

5 prodotti chimici che richiedono i guanti monouso

Pubblicato in Normative
Vota questo articolo
(0 Voti)

La Legge: fra prodotti chimici e rischio chimico

Secondo il Decreto Legislativo 81/2008 si definisce agente chimico ogni genere di prodotto adoperato durante l'orario di lavoro, non necessariamente dannoso per l'operatore. Il rischio chimico, invece, è quello che si genera dall'utilizzo e dalla manipolazione di agenti chimici pericolosi.

Per questa ragione, prima di adoperare qualsiasi genere di prodotto chimico, un lavoratore o un professionista devono possedere le informazioni adeguate, meglio se attraverso procedure scritte definite. L'operatore deve anzitutto poter identificare la sostanza leggendo quanto riportato sull'etichetta e sulla scheda di sicurezza; la prima deve essere proposta su tutte le confezioni di un prodotto, per informare correttamente l’utilizzatore circa le sostanze presenti e gli eventuali rischi derivanti. La scheda di sicurezza, invece, deve contenere tutte le informazioni utili all'utilizzatore affinché quest'ultimo possa adoperare la sostanza chimica nella maniera più consona.

Guanti e protezione chimica: 5 prodotti chimici che necessitano dei DPI

Fra gli agenti chimici ad alto rischio per l'uomo, in ambiente ospedaliero uno dei più pericolosi è la formaldeide, recentemente classificata dallo IARC, l'Agenzia Internazionale di Ricerca sul Cancro come cancerogena per l'essere umano. Sebbene sia un gas volatile è adoperato di norma in forma acquosa. Per l'uso della formaldeide i guanti monouso così come gli occhiali protettivi sono obbligatori.È considerata ad alto rischio per l'uomo, in particolare per la pelle e le vie respiratorie, anche l'Aldeide Glutarica. Si tratta di una sostanza comunemente adoperata per la disinfezione di tutti quei materiali che non sono autoclavabili. Anche in questo caso è indispensabile adoperare DPI per le mani e le vie respiratorie, così come gli occhiali.

A queste sostanze se ne aggiungono altre due, irritanti per la cute e le mucose: si tratta dei composti fenolici e dei sali di ammonio quaternario.
I composti fenolici sono quelli derivati dal fenolo, una sostanza tossica adoperata per lo più per la disinfezione degli escrementi e delle latrine in genere. La tossicità del fenolo si esplica a livello locale ma anche sistemica. In linea di massima il fenolo produce irritazione, sino alla necrosi e può produrre una depressione cardiovascolare.

A differenza dei composti fenolici i sali di ammonio quaternario sono composti ben tollerati almeno a basse concentrazioni. Quando vengono adoperati a concentrazioni elevate, invece, risultano molto irritanti per la cute. In entrambe i casi l'uso di DPI per le mani come per le mucose è altamente consigliato se non obbligatorio.

A produrre rischi di tipo chimico, necessitando di appositi DPI per le mani sono anche i farmaci chemioterapici antiblastici. Le vie più frequenti di contaminazione sono quelle inalatorie, per contatto con le mucose o per ingestione. Di norma, nei protocolli preparatori sono riportate le tecniche e i relativi DPI indispensabili alla loro manipolazione. Gli effetti nocivi dei farmaci chemioterapici antiblastici sono molteplici. In linea di massima la patologia allergica è quella che si verifica più frequentemente.

In maniera particolare si possono verificare dermopatie delle mani, pruriti, riniti, orticarie, ma anche asma bronchiale per finire con lo shock anafilattico.

Farmaci quali la Vincritìstina, la mostarda azotata, la doxorubicina e la Mitomicina possono produrre reazioni vescicanti e irritanti.

Per questa ragione i dispositivi di protezione individuale delle mani, in queste circostanze, risultano obbligatori.

Vuoi la consulenza degli esperti Bericah?
Verifica quanto stai utilizzando/distribuendo

Inserisci qui la tua email per essere sempre aggiornato

Copia il codice
Copia il codiceInput non valido
Letto 1209 volte Ultima modifica il Mercoledì, 04 Aprile 2018 14:04

Inserisci qui la tua email per essere sempre aggiornato

 
Copia il codice
Copia il codiceInput non valido

Ultimi articoli del Blog